Gabriele OrliniDocumentary Photoreporter

Racconto le storie dei singoli, uomini e donne che insieme formano quel puzzle scomposto chiamato Umanità e a cui tutti, in qualche modo, apparteniamo.

Triestino di nascita, milanese d’adozione, porteño per destino.
Appena può Gabriele Orlini ama tornare nella sua intima e malinconica Buenos Aires.
Non ha radici ma gambe e ha scelto di fare il mestiere del vento per non tradire quella sottile e vitale necessità di sentirsi altrove.

Fotogiornalista, scrittore, fotografo documentarista, film director, viaggiatore per una necessità incurabile dell’anima. Fermo sostenitore del viaggio come mezzo insostituibile di conoscenza, usa l’arte del racconto visuale per descrivere le lotte e le contraddizioni del mondo. Con la precisione metodologica del fotoreporter e la visione del narratore si dedica a quelle storie che sembrano voler rimanere nascoste.

Racconta le storie dei singoli, uomini e donne che insieme formano quel puzzle scomposto chiamato Umanità e a cui tutti, in qualche modo, apparteniamo. Le racconta soprattutto per mezzo della fotografia, ma anche con la scrittura, per dare una voce forte specialmente a quelle storie invisibili, perse nel marasma mediatico del quotidiano. Ama entrare nelle storie forti e rimanerne, suo malgrado, impigliato.

Gabriele Orlini parla del travaglio dei profughi e delle loro speranze, di abuso sessuale e di violenza sulle donne dall’Africa al Sud America, di bordelli e di bambini soldato, di emarginati, … ma anche di sorrisi. Quando possibile, preferisce immergersi in storie con progetti a medio e lungo termine. Insegnante per vocazione, ama fare seminari per aiutare le persone a riconoscere e sviluppare la propria capacità narrativa.

Crede ancora che la fotografia deve arrivare prima del nome del suo autore, per il rispetto delle storie che porta con se.

di Greta Galimberti
22 minuti da trascorrere live con Gabriele Orlini, Documentary Photoreporter e autore del lavoro "Storie Minime", realizzato a El Calafate, nella Patagonia argentina. Gabriele, in dialogo con la giornalista Greta Valentina Galimberti, ci racconterà i retroscena di questo suo lavoro.
di Greta Galimberti
22 minuti da trascorrere live con Gabriele Orlini, Documentary Photoreporter e autore del lavoro "El sol de mañana", realizzato nelle ville miseria a Buenos Aires, Argentina. Gabriele, in dialogo con la giornalista Greta Valentina Galimberti, ci racconterà i retroscena di questo suo lavoro.
di Gabriele Orlini
“Adesso mi devi spiegare per quale motivo vuoi entrare in Villa.” “Perché la bellezza parte dal basso” gli risposi guardandolo dritto negli occhi.
di Gabriele Orlini
22 minuti da trascorrere live con Andrea Calandra, fotografo e autore del lavoro "Journey to Masai land", realizzato a Laset, Kenya. Andrea, in dialogo con Gabriele Orlini, ci racconterà i retroscena di questo suo lavoro.
di Gabriele Orlini
22 minuti da trascorrere live con Chantal Pinzi, fotografa con base a Berlino e autrice del lavoro "Guajiros" realizzato in Colombia. Chantal, in dialogo con Gabriele Orlini, ci racconterà i retroscena di questo suo lavoro.
di Gabriele Orlini
Shagala bagala (in swahili: è tutto un casino). Una riflessione di Gabriele dopo tre anni che mancava dall'Africa.
di Gabriele Orlini
Le signore delle spugne custodiscono un patrimonio fondamentale per lo sviluppo della comunità locale, e la salvaguardia dell'ambiente
di Gabriele Orlini
Iniziano così le Jambiani Notes, il nostro racconto da Zanzibar.
Il cambiamento climatico e l’inquinamento da plastica stanno modificando non solo l’ambiente ma anche l’economia di Zanzibar, la perla della Tanzania.
ENTIENDO | Una cruzada de paz lungo le rotte del Latino America: il docufilm prodotto da DooG Reporter, basato sulla spedizione di MotoForPeace in Sud America.
Un viaggio alla ricerca di cosa significa, oggi, chiamare un posto “casa”: da punto fermo a un luogo nell’anima in perenne cammino
Lo short-movie della spedizione umanitaria "Anomini della Fede" a cura di MotoForPeace, realizzata del 2018 in Africa Australe
di Gabriele Orlini
Sono la tappa di un percorso, di un incontro con gli uomini che respirano il vento della terra situata alla fine del mondo.
di Gabriele Orlini
Il coronavirus aveva per la prima volta toccato e scalfito anche il nostro obiettivo: concludere la missione e fare fede all'impegno preso
di Gabriele Orlini
Il nostro compito – come DooG Reporter – è quello di raccontare le donne e gli uomini di MotoForPeace e quello che faranno in Sud America
La missione umanitaria della Onlus MotoForPeace in Sud America nel 2020, attraverso Cile, Argentina, Paraguay, Bolivia e Perù.
di Gabriele Orlini
Cambogia, il paese dove se guardi una persona un secondo di troppo questa ti sorride. E questo è sufficiente per sentirsi in pace.
di Gabriele Orlini
S21, a Phnom Penh, è stato il più importante centro di detenzione e tortura a opera del regime dei khmer rossi.
di Gabriele Orlini
Il mestiere del fotoreporter è fatto d'incontri e di relazioni con il mondo che si conosce e con quello che si trasforma.
di Gabriele Orlini
Un elefante avanza lento tra le fronde degli alberi guidato dal suo mahut in un silenzio quasi liturgico.
di Gabriele Orlini
Kaoh Trong: un isola di 10 km appoggiata su un banco di sabbia al centro del Mekong. Due antiche pagode, campi di riso, banani, e pomeli.
di Gabriele Orlini
Il silenzio in Cambogia non è solo mancanza di rumore, è molto di più. È una forma di silenzio la cordialità delle persone.
di Gabriele Orlini
Il fotoreporter ha fame. Ed è qui che arriva la sinestesia. E lo senti nella mani, nella testa.
di Gabriele Orlini
Le tarantole sono uno dei piatti più caratteristici della cucina cambogiana e anche un potente elisir di bellezza – dicono.
DooG Reporter