DooG | Staff

Discarica abusiva

L'illegal dumping (discariche abusive) a Zanzibar, parte di un documentario sull'ambiente di prossima pubblicazione
Xperience nell' Academy Zanzibar Unfolded
Discariche abusive, Zanzibar | ©DooG Reporter, 2021
Xperience in Academy Zanzibar Unfolded

Questo articolo è disponibile anche in: English

Diverse sono le narrazioni che stiamo portando avanti qui sull’isola, ma la più corposa è un documentario sull’ambiente, con un focus particolare sull’immondizia e la gestione della plastica. In questo breve video si vedono due discariche abusive trovate semplicemente addentrandoci per qualche metro nella shamba (entroterra), situate a un paio di chilometri l’una dall’altra. L’illegal dumping (discariche abusive)viene praticato soprattutto dagli hotel – lo si vede dai prodotti che vi si trovano e dalle ricevute che a volte recano scritto per esteso il nome della struttura ricettiva – che non aderiscono a un programma di gestione corretta dei rifiuti.

Come spesso accade con argomenti così delicati, la situazione è più complessa di quello che si può pensare vedendo, per esempio, solo le immagini qui sotto. Abbiamo conosciuto persone che, prendendosi la responsabilità di essere quel cambiamento che si desidera avere, si sono rimboccate le maniche per risolvere questa situazione, alcune in modo più aperto, altre agendo con discrezione per mantenere un equilibrio virtuoso.
Sono persone che ci stanno mettendo anima e cuore affinché attraverso l’educazione e la richiesta di infrastrutture adeguate per lo smaltimento dei rifiuti, queste discariche illegali e i molti fuochi appiccati per bruciare la spazzatura siano solo un ricordo. Tanto c’è ancora da fare, ma tanto è anche già in essere.

Tutto questo ve lo racconteremo nel nostro documentario Taka Taka

Zanzibar | DooG Reporter, 2021
Drone Footage:  Gabriele Orlini
Video Edit:  Lisa Zillio
Testo originale in Italiano - Traduzione interna
Tanzania
Jambiani Kikadini
DooG's Founder
DooG reporter | Valentino
Redazione & Staff
Il cambiamento climatico e l’inquinamento da plastica stanno modificando non solo l’ambiente ma anche l’economia di Zanzibar, la perla della Tanzania.

Immagini e Parole

La curiosità è cultura

Tessere un sari con trame broccate in seta, unicamente a mano, oggi più che mai equivale a tessere un sogno, sinonimo di cultura e identità.
E Soeur Maria, austriaca di Kapanga, 80 anni compiuti un giorno per poi perderne il conto, era lì. Lei era sempre lì.
La ricerca dell'oro in Burkina Faso è la nuova evanescente speranza per i giovani che emigrano dai villaggi in cerca di un futuro.
I monasteri ortodossi nella penisola di Akrotiri, a Creta: Agia Triada, Moni Gouvernetou e Moni Katholikon.

Sostieni un giornalismo indipendente

DooG Reporter | Stories to share

Tutti i diritti riservati ©2024