world stories

Guardiamo il mondo

dritto negli occhi

per riscoprire la bellezza in questo nostro mondo

Dalle periferie del mondoREPORTER, FOTOGRAFI, SCRITTORI, VIAGGIATORI raccontano

di Mirko Maren

Nello Stato del Chiapas, in Messico, il consumo di bevande gassate e zuccherate da parte della popolazione locale è allarmante. Non si tratta solo di un problema di salute publica – i casi di diabete mellito di tipo 2, di obesità e problemi ai denti fin dalla più tenera età sono aumentati in modo disarmante – ma anche ambientale. I rifiuti prodotti e lo sfruttamento delle falde acquifere stanno portando il paese verso un disastro ambientale di enormi proporzioni. 

Tra queste bevande la più consumata è la Coca-Cola, ed è talmente penetrata nella quotidianità delle comunità locali che è diventata parte integrante di molti riti religiosi e, di conseguenza, anche di altre occasioni sociali.

Viola Alastra
L'obiettivo del Move Zanzibar Community Center è ispirare, educare e motivare la gioventù di Jambiani attraverso lo sport
Il pugilato è uno sport dell’anima che ti aiuta a lottare con grazia contro gli scivoloni della vita. Questa è la storia di Armando.
Joyce Donnarumma
Sono passati due anni, ma non è cambiato nulla. Il reportage di Joyce Donnarumma, dal Venezuela
Chantal Pinzi
Il reportage di Chantal Pinzi sui Guajiros, una delle ultime dieci comunità indio-americane, tra Colombia e Venezuela.
Pissy è il nome di una cava di granito situata a pochi minuti dalla capitale del Burkina Faso, dove lavorano più di tremila persone.
Carmine Rubicco
La situazione di quelle famiglie rom che ancora vivono nella Polveriera, e in altri due ghetti di alloggi popolari a Reggio Calabria.
Centinaia di pellegrini raggiungono le chiese scavate nella roccia di Lalibela, in Etiopia, per celebrare qui il Natale.
Anna Consilia Alemanno
Un reportage sul progetto Ragazzi Harraga, fatto in due tempi e da due persone diverse, ma unito dalla presenza di Ismaila. 
In Malawi è presente una condizione di vulnerabilità diffusa, per cui la cura e la prevenzione dell’HIV/AIDS rappresentano una vera sfida.
Natascia Aquilano
Tessere un sari con trame broccate in seta, unicamente a mano, oggi più che mai equivale a tessere un sogno, sinonimo di cultura e identità.
Ogni trent’anni nei boschi sacri della Casamance (Senegal), centinaia di giovani diola diventano uomini attraverso l’iniziazione del Boukout.
A Kouini, in Burkina Faso, la vita va avanti grazie al lavoro e alla forza delle donne.
Shanghai sta implodendo per esplodere di modernità, ma il rischio è quello di perdere la propria anima.
Varanasi, la città sacra dell’India, si rivela porta del paradiso per molti ma un inferno in terra per queste vedove.
Matteo Placucci
Otto storie di lavoratori a Johannesburg: tutte diverse ma tutte simili, storie di speranze, sogni, necessità e fiducia.
Racconti& Storie brevi
di Natascia Aquilano
Il racconto di un Cammino, quello di Santiago de Compostela, fatto in moto, quando la moto non è solo un mezzo ma una compagna di viaggio.
di Erica Balduzzi
I monasteri ortodossi nella penisola di Akrotiri, a Creta: Agia Triada, Moni Gouvernetou e Moni Katholikon.
di Carmine Rubicco
Little Eden, nella cittadina sudafricana di Edenvale, è una grande famiglia che si prende cura di persone con disabilità fisica o psichica.
di Matteo Placucci
Passeggiando per le strade dell'Uganda si incontrano bambine vestite da principesse, fatine, cenerentole. Come mai?
di Matteo Placucci
Il colore della terra è il colore che accompagna il sorriso dei bambini che giocano in Africa.
di Matteo Placucci
Com’è la vita dei sei Panda nello zoo di Beijing, uno dei pochi luoghi al mondo dove questi animali vivono in cattività?
di Lisa Zillio
Abel, un uomo dall’età indefinita, era lì quando siamo arrivati a Comodoro Rivadavia con le ombre che ormai si allungavano sulla strada.
di Carmine Rubicco
Lorenzo, 18 anni, fisico atletico, parlantina pronta e occhi svegli, gestisce un piccolo negozio a Napoli ma vorrebbe giocare a calcio.
di Carmine Rubicco
Una storia di ordinaria solitudine. Una storia sbagliata in cui un pezzo di umanità si lentamente consuma nell'indifferenza generale.
di Martina Marini
Mario è la quiete in un mondo di velocità, è la pura lealtà nei rapporti in una società di arrivisti, è il saper vivere con dignità.
di Alida Vanni
Le donne africane sono tante mani che lavorano: sono la vera forza su cui può contare l'Africa. E sono le artefici di questa poesia fatta di argilla.
DooG Reporter