Speciale
Cambogia
Masterclass in reportage
Sen Monorom | Gabriele Orlini, ©2019
Lahu hunter | Gabriele Orlini, ©2019

Sen Monorom, gli elefanti e un equilibrio precario

Dal taccuino di DooG | Staff

Sen Monorom è il principale centro abitato del Mondulkiri, la provincia più selvaggia della Cambogia, situata al confine con il Laos e il Vietnam. Negli ultimi anni, qui sono nate una serie di ONG e associazioni locali per la protezione degli elefanti e del loro habitat.

In Cambogia, così come in altre parti dell’Asia, gli elefanti sono considerati a rischio estinzione. La causa principale è la perdita dell’habitat: la deforestazione selvaggia di larghe aree di questo territorio sta mettendo in serio pericolo la biodiversità che per secoli ha vissuto qui. 

Nei territori attorno a Sen Monorom gli elefanti vivono sia allo stato brado che in cattività. La tradizione vuole che ci sia una cooperazione molto stretta tra questi pachidermi e i Bunong, un’etnia animista che abita le foreste del Mondulkiri e che vive in simbiosi con la natura. Per questo gli uomini Bunong vengono chiamati anche mahout, un termine hindi che significa “chi cavalca l’elefante”.

La convivenza tra esseri umani ed elefanti non è semplice. Si basa su un equilibrio precario reso ancor più fragile dai repentini cambiamenti – infelice sinonimo di progresso, in questo specifico caso – che coinvolgono quest’area. 

Noi andremo lì di persona per capire cosa sta succedendo. Vivremo con i Bunong e i loro elefanti. Ascolteremo le storie di una tradizione che sta purtroppo scomparendo e te le racconteremo qui, perché insieme, magari, possiamo fare la differenza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su reddit
Condividi su email
Redazione & Staff
Siamo narratori del mondo.
Muoversi è nella nostra natura e raccontare le storie è la nostra scelta di vita.
Cambogia Notes
Un paese vibrante
Cambogia, il paese dove se guardi una persona un secondo di troppo questa ti sorride. E questo è sufficiente per sentirsi in pace con questo luogo.
Cambogia| Lab
Cambogia Notes
S21 - La collina del mango selvatico
S21, una volta Scuola Superiore Tuol Sleg a Phnom Penh, è stato il più importante centro di detenzione e tortura ad opera del regime dei khmer rossi.
Cambogia| Lab
Cambogia Notes
Il privilegio dell'incontro
Il mestiere del fotoreporter è fatto d'incontri e di relazioni con le persone e con gli ambienti, con il mondo che si conosce e con quello che si trasforma.
Cambogia| Lab
Cambogia Notes
Nella foresta degli immortali
Avanza lento tra le fronde degli alberi guidato dal suo mahut in un silenzio quasi liturgico. La foresta li accoglie ed è testimone del loro dialogo muto.
Cambogia| Lab
Cambogia Notes
Kaoh Trong, l'isola dei Re
Kaoh Trong: un isola di 10 km appoggiata su un banco di sabbia al centro del Mekong. Due antiche pagode, campi di riso, banani, e pomeli.
Cambogia| Lab
Cambogia Notes
Il silenzio che non ho ascoltato
Il silenzio in Cambogia non è solo mancanza di rumore, è molto di più. È una forma di silenzio la cordialità delle persone.
Cambogia| Lab

Ma non scordare i fusi orari
Attention about the time zone (CEST)

Sede
Metropolitan City of Venice (Italy)