Francesco Brusoni

Pendolari a Buenos Aires

Sono i pendolari di Buenos Aires, quelli che ogni giorno si spostano all'interno di uno schema predefinito dalle necessità della vita moderna.
Testo e Foto:  Francesco Brusoni

Buenos Aires, Argentina

Con oltre 14 milioni di anime che si muovono nella sola area metropolitana (se includiamo la provincia sono più di 17 milioni), la capitale dell’Argentina è un insieme di rotte frenetiche. Sono i pendolari di Buenos Aires, quelli che ogni giorno – estate compresa – si spostano all’interno di uno schema predefinito dalle necessità della vita moderna.

Buenos Aires è in assoluto la più grande città del paese e una delle metropoli più abitate del continente americano.

La vita della brulicante capitale si estende molto oltre i confini del centro abitato e, come accade in tutte le metropoli del mondo, fiumi di persone si spostano dai centri minori nella campagna verso i luoghi di lavoro o di studio nella capitale. Essere pendolari qui è diventato uno stile di vita. A volte, raggiungere Buenos Aires dalla provincia, richiede anche svariate ore. E queste vengono messe a frutto leggendo, chiacchierando o semplicemente prendendosi del tempo per se stessi nel far nulla, in attesa di arrivare a destinazione.

D’estate tutto questo andirivieni è molto mitigato, e il mondo dei pendolari assume quell’aria un po’ ovattata, quasi d’attesa per l’inizio della nuova stagione, in cui migliaia di persone, ogni giorno, torneranno ad affollarsi sui treni locali. Il ripetitivo quotidiano spostamento, uno stile di vita che accomuna tanti di coloro che vivono vicino alle grandi metropoli del pianeta, ma che assume, nei diversi paesi, i connotati propri delle differenti culture che convivono nel nostro mondo.

di Matteo Placucci
DooG Reporter