Reading
Books & Road
ciò che ci ispira e ci aiuta nel pensiero

Vie invisibili | Libreria On the Road

Dal taccuino di DooG | Staff

Questo consiglio per Note in copertina | Libri per chi vuole narrare il mondo ce lo dà Martina Castagnoli della libreria On the road a Firenze. «La mia libreria è un luogo colorato» ci racconta Martina «con tante mongolfiere appese, tanti libri di viaggio guide e carte, con molte suggestioni di paesi lontani, dove ciascuno si deve sentire a casa. È un luogo inclusivo e di totale apertura, per tutti i viaggiatori, piccoli e grandi.»

VIE INVISIBILI, di Juan Pablo Villarino e Laura Lazzarino

Quale libro consigli a chi vuole narrare il mondo, e perché? 
In questo momento, Vie invisibili (Sperling Kupfer) scritto da Juan Pablo Villarino e Laura Lazzarino. Perché è ambientato in una zona del mondo (il Sud America) che in questo momento è più difficile da raggiungere. Perché è un libro che parla di percorsi oltre le guide turistiche, fuori dal circuito turistico classico. È un libro di pura libertà ed esplorazione.

Vie invisibili è adatto al narratore del mondo che vuole …
… sentirsi libero, fuori dagli schemi, che vuole conoscere il mondo e le diverse culture. Che non viaggia per pubblicare le foto sui social. Che vuole “perdersi”.

Ti viene in mente un luogo particolare o una colonna sonora per accompagnare la lettura di Vie invisibili?
Si lega a tutto il Sud America. Al Sud America fuori dai cliché.

Raccontaci qualcosa di Juan Pablo Villarino e Laura Lazzarino, gli autori di Vie invisibili.
Sono una coppia. Il libro è scritto a quattro mani. Sono due ragazzi argentini che decidono di mettersi in gioco e di uscire dalla propria comfort zone. Gli autori si alternano capitolo dopo capitolo con due sguardi e due analisi di ciò che vedono differenti e complementari.

Libreria On the Road
Libreria On the Road a Firenze | ©2021
Un ringraziamento a Martina Castagnoli della libreria On the Road – via Vittorio Emanuele II 32 A/rosso (piazza Giorgini), Firenze.
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on reddit
Share on email
founder
Siamo narratori del mondo.
Muoversi è nella nostra natura e raccontare le storie è la nostra scelta di vita.
La storia di come il Ruanda sia riuscito a reagire al terribile genocidio dell’etnia Tutsi, avvenuto nell'aprile del 1994.
di Marco Barbieri
Mercenari dell’ideale, chiamati soldati, volontari, eroi, violenti o coraggiosi, ma anche padri, figli, compagni, fratelli.
di Natascia Aquilano
di Joyce Donnarumma
di Joyce Donnarumma
DooG Reporter