Djilo Louis Blaise
DooG's Contributor

Djilo Louis Blaise

Photographer

Camerun
Nel concerto dello sviluppo delle nazioni, i Paesi africani vedono le loro culture diluirsi nelle diverse ondate di correnti socio-culturali imposte dalla globalizzazione.

La fotografia è per me uno strumento efficace per preservare le nostre culture, promuovere le nostre abitudini e i nostri costumi per un futuro promettente.

TCHATCHOUANG DJILO Louis Blaise è nato a Yaoundé, in Camerun nel 1964 e attualmente risiede a Mbalmayo, 45 km a sud della capitale.

Ingegnere agricolo di formazione, è stato affascinato dalle arti grafiche fin dall’infanzia. Disegna e inizia a fotografare per diletto all’età di 13 anni con una fotocamera AGFA Pocket Sensor (pellicola 110). La vera svolta è avvenuta quando ha incontrato un fotografo naturalista che gli ha permesso di guardare il mondo attraverso il mirino di una Reflex.

Negli anni ’80 ha iniziato a dedicarsi alla fotografia su pellicola (diapositiva su carta a colori e laboratorio in bianco e nero). La sua pratica si è affievolita negli anni 2000, a causa degli alti costi di acquisto delle attrezzature fotografiche, tra pellicole, carta e bagni di laboratorio.

Ha ripreso l’attività grazie al suo incarico professionale nella città di Garoua, in Camerun, dove ha approfittato dei sontuosi paesaggi e dei fatti culturali di questa splendida regione.

L’artista è appassionato di fotografia di ritratto e di paesaggio e di Fotogiornalismo.
È particolarmente interessato ai fenomeni sociali e culturali, come le danze rituali e le cerimonie tradizionali del suo Paese, con l’obiettivo di partecipare alla capitalizzazione e all’archiviazione di un patrimonio locale che si sta sgretolando troppo rapidamente di fronte alla standardizzazione invasiva della globalizzazione.

T. DJILO Louis Blaise è formatore e membro del collettivo KAMERA (Camerun).

Culture
Fantasia nel Lamidat di Gashiga
... caricamento in corso

DooG Reporter | Stories to share

Tutti i diritti riservati ©2024