Natascia Aquilano

Photoreporter
Staff di DooG Reporter
Natascia Aquilano
La fotografia sociale e documentaria è da sempre al centro dei miei principali interessi.

Natascia Aquilano è una fotografa freelance con base a Roma. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione inizia a maturare un interesse sempre maggiore per la fotografia, intesa non soltanto come mezzo puramente informativo e descrittivo, ma come potente strumento comunicativo per raccontare e raccontarsi.

I suoi studi iniziano da autodidatta, approfonditi in seguito presso l’ISFCI (Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata) di Roma e il WSP photography, sempre a Roma.

La fotografia sociale e documentaria da sempre è al centro dei suoi principali interessi, ambito che continua costantemente ad approfondire con letture, incontri, ma soprattutto sul campo.

Con occhi sempre curiosi e un ascolto attento e rispettoso, Natascia Aquilano ha svolto lavori in Africa, nel Sud-Est asiatico, nell’Europa orientale e in mondi quasi sconosciuti, seppur a lei più vicini.

Natascia Aquilano su DooG Reporter
Natascia Aquilano
Tessere un sari con trame broccate in seta, unicamente a mano, oggi più che mai equivale a tessere un sogno, sinonimo di cultura e identità.
Il senso della vita è l’esperienza della vita stessa. Una riflessione di Natascia, che parte dall'omonimo libro di Jack London.
Varanasi, la città sacra dell’India, si rivela porta del paradiso per molti ma un inferno in terra per queste vedove.
Natascia Aquilano
Definire Pino - Beatrice non è semplice, “io so io” direbbe, se gli venisse chiesto. E in effetti è proprio così.
Natascia Aquilano
Intervista a Natascia Aquilano, fotografa e autrice di DooG Reporter, su questo complesso periodo storico a causa del COVID-19.
Ogni loro ruga, così come ogni crepa delle loro case, racconta con delicatezza una moltitudine di solitudini, di vite attese e disattese, rievocando un eros per alcuni deviato, ma in fondo disperatamente vitale.
Natascia Aquilano
Mercenari dell’ideale, chiamati soldati, volontari, eroi, violenti o coraggiosi, ma anche padri, figli, compagni, fratelli.
Senza nomi, senza documenti, senza nazionalità, senza tempo. Liberi. Questa è la vita dei Moken, gli ultimi nomadi del mare.
La storia di Ploy, una bambina ospite da più di un anno e mezzo al Take Care Kids Shelder di Pattaya, in Thailandia.

Ma non scordare i fusi orari
Attention about the time zone (CEST)

Sede
Metropolitan City of Venice (Italy)