fbpx
Mganga Woodo | Gabriele Orlini, ZUMA Press, ©2019
Africa

Mganga Woodo

In swahili è il medico woodo, ma per tutte le genti della foresta è semplicemente “o curandeiro” che in portoghese vuol dire “il guaritore”.
Tutti hanno timore del guaritore; ancora oggi molti si affidano a lui per piccoli mali e grandi drammi.
Non solo per curare il corpo ma, molto più frequentemente, per riequilibrare gli spiriti contro.

Read More »
Africa

Soeur Maria non aveva un’età

Soeur Maria, austriaca, a 80 anni aveva deciso di aver vissuto abbastanza tanto da smettere di tenere il conto dei suoi anni.
La incontrai, una prima volta, 14 mesi prima e mi disse che non sarebbe cambiato nulla sapere la sua età; in ogni caso il suo corpo minuto si sarebbe consumato in Africa. Un giorno, ma non quella notte.

Read More »
Adaman Sea, Thailand | Gabriele Orlini, ©2017
Long-Term Projects

Tra terra e mare

La Thailandia, dal suo interno, fuori dalle rotte turistiche, fuori dai luoghi comuni, lontano dalle spiagge incantate e, sempre, a contatto con gli uomini e le donne che compongono questo straordinario paese.

Read More »
Asia

Scatole preziose

Charan prese la sua chiave con delicatezza e religiosa attenzione. La guardò, la soppesò tra le dita, si avvicinò a una scatola sopra un ripiano. Avevo l’impressione di assistere a una cerimonia, un evento importante (…)

Read More »
MFP_Screen_Final
Production

Moto For Peace | Africa 2018

VIDEO: Due mesi di viaggio, 16 persone in moto per 14.000 km attraverso 5 paesi dell’Africa australe. E’ questa la missione di MotoForPeace ONLUS Africa 2018 che si è svolta nella primavera 2018

Read More »
Erbil, North Iraq | Gabriele Orlini, ©2016
Storie Brevi

Dietro una fotografia c’è il fotografo

Molte volte si è tentati nel credere che una fotografia possa nascere per caso, a volte per una sorta di fortuna. E questo credere risulta molto più forte quando si tratta di reportage(…)
Ma la realtà delle cose, per un fotografo, è molte volte diversa.

Read More »
Africa

Moet-be-Kier | Uomo di ferro

Imparai molto rapidamente che in Africa la distanza si calcola sempre in Tempo e mai in Chilometri.
Mi insegnarono che l’imprevisto può essere considerato pianificato.
Che il trascorrere del Tempo corrisponde all’inizio di un Evento e in mezzo c’è il nulla.
Che non c’è mai un momento giusto per partire.
E ancora meno la certezza di arrivare.

Read More »
Africa

Con le mani nel fango

I tre uomini, con machete e la foga del silenzio, iniziarono a violentare il terreno di quella magica foresta. Fendenti precisi e profondi. I corpi immersi nella melma fino alla bocca, lottavano contro gli insetti, contro la fatica e, con le sole mani nude, rubavano pesci bianchi e viscidi alle radici di quella foresta verde smeraldo, diventando loro stessi, a volte, parte di essa.

Read More »
Appunti sui taccuini

I luoghi siamo noi

Ho preso molti aerei, dormito in svariati aeroporti.
Trascorso intere notti a bordo di pullman scintillanti con il condizionatore a palla.
E molti altri dove l’unica buona idea era quella di mettersi a dormire e illudersi che l’autista sapesse bene cosa stava facendo.

Read More »
Patagonia | ©Gabriele Orlini, 2019
Long-Term Projects

Alla ricerca dell’identità argentina

Un viaggio, un’esperienza per le strade e le voci dell’Argentina, alla scoperta dell’identità di una Nazione e di quelle storie da condividere alla sera con un mate che passa di mano in mano.

Read More »

Gabriele Orlini

Founder di DooG Reporter | Documentary Photoreporter, triestino di nascita, milanese d’adozione, porteño per destino, appena posso amo tornare nella mia intima e malinconica Buenos Aires. Non ho radici ma gambe e ho scelto di fare il mestiere del vento per non tradire quella sottile e vitale necessità di sentirmi altrove. Racconto le storie dei singoli, uomini e donne che insieme formano quel puzzle scomposto chiamato Umanità e a cui tutti, in qualche modo, apparteniamo. Le racconto soprattutto per mezzo della fotografia, ma a volte anche della scrittura, per dare una voce forte specialmente a quelle storie invisibili perse nel marasma mediatico del quotidiano. Amo entrare nelle storie forti e rimanerne, mio malgrado, impigliato. Parlo del travaglio dei profughi e delle loro speranze, di abuso sessuale e di violenza sulle donne dall’Africa al Sud America, di bordelli e di bambini soldato, di emarginati ma anche di sorrisi.

DooG Reporter | Long Projects

DooG Reporter | Production

Newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle ultime Storie, sulle Masterclass e gli Eventi Speciali di DooG Reporter

+39 347 5113829

Ma non scordare i fusi orari
Attention to the time zone

Sede
Venice Metropolitan City (Italy)