fbpx

Gabriele Orlini

Africa

Con le mani nel fango

I tre uomini, con machete e la foga del silenzio, iniziarono a violentare il terreno di quella magica foresta. Fendenti precisi e profondi. I corpi immersi nella melma fino alla bocca, lottavano contro gli insetti, contro la fatica e, con le sole mani nude, rubavano pesci bianchi e viscidi alle radici di quella foresta verde smeraldo, diventando loro stessi, a volte, parte di essa.

Read More »
Blog

I luoghi siamo noi

Ho preso molti aerei, dormito in svariati aeroporti.
Trascorso intere notti a bordo di pullman scintillanti con il condizionatore a palla.
E molti altri dove l’unica buona idea era quella di mettersi a dormire e illudersi che l’autista sapesse bene cosa stava facendo.

Read More »
Patagonia | ©Gabriele Orlini, 2019
Long­-Term Projects

Alla ricerca dell’identità argentina

Un viaggio, un’esperienza per le strade e le voci della Buenos Aires porteña alla scoperta dell’identità
di una Nazione e di quelle storie da condividere alla sera con un mate che passa di mano in mano.

Read More »
Gabriele Orlini
Founder di DooG Reporter | Documentary Photoreporter, triestino di nascita, milanese d’adozione, porteño per destino, appena posso amo tornare nella mia intima e malinconica Buenos Aires. Non ho radici ma gambe e ho scelto di fare il mestiere del vento per non tradire quella sottile e vitale necessità di sentirmi altrove. Racconto le storie dei singoli, uomini e donne che insieme formano quel puzzle scomposto chiamato Umanità e a cui tutti, in qualche modo, apparteniamo. Le racconto soprattutto per mezzo della fotografia, ma a volte anche della scrittura, per dare una voce forte specialmente a quelle storie invisibili perse nel marasma mediatico del quotidiano. Amo entrare nelle storie forti e rimanerne, mio malgrado, impigliato. Parlo del travaglio dei profughi e delle loro speranze, di abuso sessuale e di violenza sulle donne dall’Africa al Sud America, di bordelli e di bambini soldato, di emarginati ma anche di sorrisi.

Progetti di DooG Reporter

Close Menu

Keep me in touch