fbpx
Asia

Il Monastero del Cavallo D’oro

A cavallo, coperti da tuniche arancioni, sale da un declivio a sinistra della piazzetta un drappello di religiosi. A guidarli il più alto in carica, con tunica porpora, vice del fondatore del Monastero. Al passo i destrieri dei novizi si fermano in fila indiana mentre il monaco anziano si avvicina ai fedeli.

Read More »
Contemporary Issues

I ragazzi di Craica

Le palazzine assegnate dal regime comunista sono un a perfetta cortina per nascondere il campo. Segnano un confine netto, un limite reale tra due mondi apparentemente distanti. Per raggiungere il cuore di Craica si deve oltrepassare un ponte sotto cui scorre un canale putrescente e putrido le cui acque traboccano di qualsiasi nefandezza. (…)

Read More »
Africa

Alberto Serrano, il sacerdote che fa il vescovo

E’ stato un periodo molto difficile – prosegue il porporato sorseggiando una fresca limonata ottenuta dagli agrumi direttamente coltivati –, come tutte le guerre. Accadeva di tutto. C’erano fuggitivi che cercavano riparo tra le nostre mura diverse volte controllate dai diversi eserciti. Da sacerdote cercavo di fare il mio meglio per stare vicino alla popolazione e dare una mano…

Read More »
Carmine Rubicco
Raccontastorie per natura, giornalista per indole, fotografo per necessità. Così mi posso riassumere e posso riassumere il mio lavoro iniziato, ormai, nel secolo scorso. Tante le vicende narrate attraverso le lenti e la 'penna', molti i luoghi attraversati, dall'Asia all'Africa passando inevitabilmente per l'Europa e per l'Italia, ma, soprattutto, moltissime le persone incontrate e conosciute di cui porto addosso e nello spirito un pezzetto di anima. Moltissime le storie che ancora mancano e aspettano solo di essere raccolte. Miliardi direi, come miliardi sono al mondo le persone. Tutte hanno qualcosa da dire in qualche modo, tuttavia il mio orecchio è più sensibile alle voci di chi voce non ha, alle urla silenziose di chi soffre e lotta, alle mani callose e sporche di chi combatte tutti i giorni per avere quello che per molti è normale e scontato. Il mio occhio è attirato dalla luce opaca di chi passa inosservato, dall'ombra di chi appare quasi trasparente. Se dovessi tradurre in note, in musica, direi che sono note di jazz quelle che cerco di catturare in immagini e parole. Jazz ma non solo, il primo amore resta sempre l'heavy metal. Nelle pause tra una storia reale e l'altra non mi faccio mancare di inventare le avventure del detective Orovitz, arrivato al secondo libro, o di viaggiare con i suoni di una jam session.

Progetti di DooG Reporter

Close Menu

Keep me in touch